I dodici apostoli


Warning: Illegal string offset 'addMap' in /web/htdocs/www.miczanin.it/home/apiedi/wp-content/plugins/mygeopositioncom-geotags-geometatags/mygeopositioncom-geotags-geometatags.php on line 639

Warning: Illegal string offset 'position' in /web/htdocs/www.miczanin.it/home/apiedi/wp-content/plugins/mygeopositioncom-geotags-geometatags/mygeopositioncom-geotags-geometatags.php on line 561

Warning: Illegal string offset 'position' in /web/htdocs/www.miczanin.it/home/apiedi/wp-content/plugins/mygeopositioncom-geotags-geometatags/mygeopositioncom-geotags-geometatags.php on line 603

Lunedì 22 aprile 2013. In viaggio: giorno 53. In Australia: giorno 12. A piedi: giorno 24.

Great Ocean Walk: giorno 5. Da Devils Kitchen a 12 Apostles, 16km.

Si è ripetuto il copione del primo giorno: stelle fantastiche alle 22, vento violento a mezzanotte, acqua a secchiate dalle 2 in poi. Col piccolo particolare che invece di essere nell'ostello, ho passato la notte in tenda. Nulla di terribile, fortunatamente struttura e impermeabilità della copertura hanno tenuto bene, ma in più occasioni nel corso della notte mi sono trovato il telo spalmato sulla faccia a causa della forza del vento.

Sveglia la mattina presto, ben prima dell'alba, per riuscire ad arrivare puntuale all'appuntamento a fine cammino entro le 12. Solo che continuava a piovere e ripiegare la tenda è stato abbastanza complicato, molto umido, insomma un lavoro sporco. Tanto più che ho dovuto rimuovere una ventina di sanguisughe applicate a ventosa sul telo della tenda. Probabilmente erano state attirate nel corso della notte dal calore del mio corpo, ma per fortuna sono rimaste bloccate. Non è così facile farle desistere; sanno usare entrambe le estremità per aggrapparsi e toglierele tutte, sempre sotto la pioggia, è stata un'impresa. Bilancio finale: sveglia alle 6:00, partenza alle 7:30, venti sanguisughe volate lontano…

La prima parte, fino a Princetown, si sviluppa nella foresta su comodo sentierino pulito e senza i dilivelli isterici di ieri. Da Princetown in poi si segue la costa dall'alto, uno dei tratti più spettacolari. Purtroppo le nuvole nere si dispongono a strisce e il tempo impazzisce. Sole per 2 minuti, acqua “cats and dogs” per 30 secondi, 3 minuti di sole, 2 minuti di grandine, e così via, fino alla fine. Per fortuna il poncho tiene alla grande e, se possibile, l'avvicinamento ai grandi bastioni dei Twelve Apostles risulta ancora più esaltante e selvaggio.

Primo scorcio dei dodici apostoli. Da lontano, sotto la pioggia, con nuvoloni neri subito oltre.

Conclusione ufficiale del GOW.

Il punto d'arrivo ufficiale del GOW sarebbe un anonimo parcheggio con punto panoramico chiamato Gibson Step. A parte un cartello, la splendida spiaggia battuta dal vento e due grandi roccioni che rompono le onde non c'è nulla. Ci si può però immettere sulla strada, la famosa Great Ocean Road, e nel giro di poco più di un chilometro si arriva al famoso sito dei Twelve Apostles (con passerelle, ristorante, parcheggione, turisti, motel, hangar per elicotteri, ecc). Non c'è bisogno di particolari presentazioni, è uno dei luoghi simbolo dell'Australia, lascio la parola alle fotografie.

Vista da Gibson Step.

Alcuni dei dodici apostoli.

Sono arrivato alle 11, con ampio anticipo. Andrew e Adam arrivano puntualissimi poco prima delle 12, con un altro gruppo di surfisti, questa volta tutti inglesi in vacanza. Tutto fila liscio e nel giro di qualche ora sono di nuovo a Melbourne.

Fantastica l'accoglienza di Dino e Jane che, oltre a farmi sentire sempre il benventuto, mi preparano un'eccellente e abbondante cena a base di lasagne. Come essere a casa, grazie!

Con Dino, Jane, e Charlotte, la loro figlia più giovane.

Bilancia alla mano, ho perso oltre due chili in cinque giorni… e già partivo piuttosto magro (da 79kg a meno di 77kg). Colazioni inadeguate a parte, non ho mai sofferto la fame, ma evidentemente ho calibrato male i pasti. Nulla di grave vista la breve durata del cammino, ma devo imparare a gestire meglio il cibo e scoprire quali prodotti offrono il migliore compromesso fra peso da trasportare, apporto calorico, sapore, ecc.

Domani passerò la giornata a Melbourne, dedicandomi al giusto relax, agli ultimi preparativi per la prossima tappa, e a ricopiare il diario del GOW dal taccuino all'ipad. Ci si risente fra un paio di giorni dalla Nuova Zelanda!

 

2 thoughts on “I dodici apostoli

  1. Che spettacolo Mike!!! Complimenti stai facendo un’esperienza fantastica!!! Continua così che ci stai facendo conoscere dei posti magnifici!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *